Modalità elettive


MODALITÀ ELETTIVE ALLE CARICHE DI CUI ALL’ART. 13 LETT. a) e b) STATUTO

Art. 1 – Modalità elettive.
1.1 Il Congresso Nazionale elegge tra gli iscritti:
a) il Presidente Nazionale, due Vicepresidenti Nazionali di cui uno Vicario, il Segretario Nazionale Organizzativo, il Segretario Nazionale Amministrativo;
b) quindici membri elettivi della Direzione Nazionale;
c) tre componenti effettivi e due supplenti del Collegio Nazionale dei Revisori dei conti;
d) tre componenti effettivi e due supplenti del Collegio Nazionale dei Probiviri.
1.2 Le candidature di lista, identificate dal candidato alla Presidenza, sono presentate indicando a fianco dei nominativi la carica cui ciascuno è candidato; alla lista che riporta il maggior numero di consensi vengono attribuiti i cinque posti di cui alla lett. a) oltre a undici posti di cui alla lett. b); in presenza di liste alternative che abbiano superato singolarmente il 10% e complessivamente il 20%, dei voti espressi, spettano loro proporzionalmente ai voti ricevuti quattro posti di cui alla lett. b). In assenza di liste alternative che abbiano superato singolarmente il 10% e complessivamente il 20% dei voti espressi, i quindici posti di cui alla lett. b) sono attribuiti alla lista vincente.
1.3 Le liste sono costituite da 20 candidati: nell’ordine, il Presidente, il Vicepresidente Vicario, il Vicepresidente, il Segretario Nazionale Organizzativo, il Segretario Nazionale Amministrativo, i quindici membri della Direzione Nazionale.
1.4 In presenza di liste alternative che abbiano superato il quorum di cui al co. 2, i quattro membri della Direzione Nazionale sono eletti nell’ordine di lista, a prescindere dalla carica alla quale erano candidati; lo stesso criterio vale per eventuali subentri.
1.5 Le candidature a Proboviro ed a Revisore dei conti sono singole e la votazione avviene a preferenza unica. Il più votato diviene Presidente del Collegio; i successivi due, membri effettivi; gli ulteriori due, membri supplenti.
Art. 2 - Presentazione candidature, eleggibilità
2.1 Le candidature individuali e di lista devono essere formalizzate da almeno tre Consiglieri Nazionali presentatori, sottoscritte dai candidati per accettazione e presentate al Presidente del Congresso Nazionale all’inizio dei suoi lavori e sino a dodici ore prima dell’inizio delle rispettive votazioni. Ciascun aspirante non può candidarsi in più di una lista.
2.2 Per l’elezione alle cariche di cui all’art. 1 comma 1 lett. a) e b) possono essere votate esclusivamente liste presentate con le modalità suddette.
2.3 Sono eleggibili esclusivamente gli associati in regola con l’iscrizione e che non siano sospesi dall’esercizio dei diritti associativi.
2.4 Il Presidente del Congresso Nazionale verifica la regolarità formale della presentazione delle candidature e le espone nei locali del Congresso e delle votazioni.
Art. 3 - Commissione verifica poteri
3.1 Il Congresso Nazionale nomina una commissione verifica poteri, costituita da cinque membri, che determina gli aventi diritto al voto e verifica la validità delle deleghe. Alla conclusione dei lavori la Commissione consegna l’elaborato al Presidente del seggio elettorale di cui al successivo art. 4.
Art. 4 - Seggio elettorale
4.1 Il Congresso Nazionale elegge, altresì, cinque scrutatori che costituiscono il seggio elettorale. Uno di costoro è designato dagli altri quale Presidente del seggio.
Art. 5 - Proclamazione degli eletti
5.1 Il Presidente del seggio elettorale comunica i risultati delle votazioni al Presidente del Congresso Nazionale. Questi ne dà notizia al Congresso che proclama gli eletti.
Art. 6 – Sostituzione delle cariche vacanti
6.1 In caso di vacanza per qualsivoglia motivo delle cariche di:
a) Vicepresidente Vicario, Vicepresidente, Segretario Nazionale Organizzativo, Segretario Nazionale Amministrativo;
b) membro elettivo della Direzione Nazionale, qualora non vi sia possibilità di subentro;
c) componente effettivo o supplente del Collegio Nazionale dei Revisori dei conti;
d) componente effettivo o supplente del Collegio Nazionale dei Probiviri si procede alla sua sostituzione da parte di un Consiglio Nazionale appositamente convocato.
6.2 La presentazione della candidatura alle cariche di cui alle precedenti lett. a) e c) compete al Presidente Nazionale pro-tempore; la presentazione della candidatura alle cariche di cui alle precedenti lett. d) ed e) avviene secondo quanto previsto dall’art. 2.
6.3 La durata di tutte le cariche è comunque coincidente con quella del Presidente Nazionale durante il cui mandato è avvenuta la sostituzione; pertanto gli eletti decadono automaticamente in tutte le ipotesi di sua decadenza ex art. 6 co. 6 Statuto.