Coordinamento medici pensionati


REGOLAMENTO COORDINAMENTO MEDICI PENSIONATI CIMO
(approvato dalla Direzione Nazionale del 14/03/2013)

Art.1
Il Coordinamento Medici pensionati CIMO è un’articolazione organizzativa interna dell’organizzazione sindacale CIMO (Art.10 punto 5 lett. j Statuto CIMO) che si prefigge di promuovere la tutela e gli interessi dei medici in quiescenza e di coordinare ed armonizzare gli interessi e le aspettative dei pensionati.
Art.2
Possono aderire al Coordinamento tutti i medici già dipendenti in quiescenza; l’adesione è permanente, salvo personale disdetta, ed ha valore su tutto il territorio nazionale.
L’iscrizione prevede la compilazione della relativa scheda da indirizzare al Coordinamento Nazionale CIMO pensionati presso la sede nazionale CIMO per il successivo inoltro all’INPS per la trattenuta mensile di 5 Euro mensili per 12 mensilità (esclusa la tredicesima).
Può raccordarsi con analoghi settori pensionati delle Organizzazioni Sindacali aderenti alla Confederazione CIDA-MAPI.
Art.3
Struttura del Coordinamento
Il Coordinamento nazionale pensionati CIMO si articola:
1. Coordinamento Nazionale.
2. Coordinamenti Regionali.
Il Coordinamento Nazionale prevede:
1. Il Coordinatore Nazionale.
2. Tre vice coordinatori d’area (Nord, Centro, Sud) eletti all’interno dal coordinamento nazionale.
3. Utilizza le strutture della CIMO.
Il Coordinatore Nazionale è nominato dal Consiglio di Presidenza e ratificato dalla Direzione Nazionale, in occasione del Congresso Nazionale, e dura in carica lo stesso tempo degli organi nazionali eletti, e coordina l’attività del movimento sul territorio nazionale.
Compiti del Coordinatore nazionale:
1. Convocare il Coordinamento Nazionale almeno due volte l’anno.
2. Rappresentare il Coordinamento all’interno degli organi centrali dell’associazione.
3. Proporre agli organi centrali competenti le iniziative necessarie al perseguimento degli indirizzi di politica sindacale in difesa dei diritti dei medici in quiescenza.
4. Il Coordinatore Nazionale assegna gli incarichi di gestione del coordinamento nazionale.
E’ convocato di norma almeno due volte l’anno in Roma presso la sede CIMO.
Il rimborso delle spese sostenute per la partecipazione alle sedute del coordinamento sono a carico della CIMO Nazionale, nelle modalità previste dal regolamento amministrativo.
I Coordinatori Regionali sono nominati dalle segreterie regionali in analogia con quanto avviene con la nomina del Coordinatore Nazionale.
In caso di dimissioni dalla carica sia il Coordinatore Nazionale che i regionali saranno surrogati dai rispettivi organi istituzionali.
Il rinnovo delle cariche periferiche deve avvenire nei trenta giorni precedenti la rispettiva scadenza naturale, ferma restando la durata quadriennale della carica.
Art.4
Modifiche al Regolamento
Proposte di modifica del presente regolamento possono essere avanzate dai Coordinatori Regionali ed approvati a maggioranza dei presenti aventi diritto.
Vanno quindi accompagnate da motivata relazione del Coordinatore Nazionale ed inviate al Presidente Nazionale ed alla Direzione Nazionale CIMO per eventuali osservazioni ed approvazione.